Cous-cous con gamberi

 
Il cous-cous lo faccio quasi solo d’estate, forse perché ho più voglia di tenermi leggera. Di solito preparo il taboulé (di cui ancora non vi ho postato la ricetta… arriverà), ma mi andava di cambiare, per cui ho mischiato un po’ di sapori messicani con il cous-cous, che invece è tipicamente africano… però devo dire che il risultato è ottimo!


 24 gamberoni, oppure tanti gamberetti
2 bicchieri di cous-cous
15-20 pomodorini
mezza confezione di panna leggera
2 cucchiaini di zucchero di canna
succo di mezzo limone o di lime
prezzemolo
erba cipollina
1 spicchio d’aglio
sale
burro
olio

In una padella, sciogliete un cucchiaio di burro nell’olio: in questo modo la base sarà più leggera che col solo burro (e il risultato è una cremina niente male!). Aggiungete poi il prezzemolo e l’erba cipollina tritati, lo zucchero, il succo di limone, la panna e l’aglio schiacciato. Mescolate bene e unite i gamberi sgusciati e i pomodorini tagliati a fettine. Saltate finché i gamberoni assumono un bel colore rosato. Salate.
A parte bollite dell’acqua, aggiungete un po’ di sale e lasciatevi riposare il cous-cous per sette minuti. Eliminate l’eventuale acqua in eccesso e saltate velocemente il cous-cous con gli altri ingredienti. Servite, caldo o a temperatura ambiente.

Se non volete che il sapore d’aglio sia troppo forte potete usare dell’olio, dove avrete lasciato riposare qualche spicchio. Vi conviene tenervi da parte una bottiglietta d’olio così insaporito, perché è perfetto per cucinare ricette che contengono aglio per i bambini.
Se invece preparate questo piatto per voi, e vi piacciono i piatti piccanti, potete aggiungere del peperoncino alla salsa iniziale. Potete anche aggiungere della paprika, o del curry per pesce, che a me personalmente in questo caso non piace molto perché trovo che copra troppo il sapore.

Labels: ,