Bia, la sfida della magia


   So che metto tanta carne al fuoco (dopotutto un book per mamme non deve essere omnicomprensivo?!) ma non mi posso proprio trattenere dal parlare anche di canzoni per bambini.
   Quando il piccolo è nato, e per tutti i suoi primi mesi, ho passato giornate a imparare canzoni su canzoni e a cantare. Il piccolo tirava su a malapena la testa, non teneva in mano niente, e cantare è stato il nostro primo gioco. Si capiva che lo rendeva felice, e piano piano ha cominciato a sorridere quando riconosceva le canzoni. Anche ora che gironzola per casa, il metodo migliore per tener buono il piccolo è cantare, e da un paio di settimane ho anche il piacere di vederlo ballare: è una delle cose più buffe e tenere del mondo.
   Stasera mi fa piacere postarvi la sigla di un cartone animato - chissà quanti di voi lo conoscono! È del 1980… Lasciate perdere i disegni e la gonna troppo corta della protagonista: trovo che la sigla italiana (scritta e cantata da Andrea Lo Vecchio e i Piccoli Stregoni) sia bellissima. Sembra fatta apposta per imparare l’alfabeto… e infatti io a volte la canto tutta, portando il gioco con le lettere fino alla zeta! Come si fa? Facile...
B e a
B e e - ba be
B e i - ba be bi
B e o - ba be bi bo
B e u - bu ba be bi bo bu...
C e a c e e ca ce c e i ca ce ci c e o ca ce ci co c e u cu ca ce ci co cu
D e a d e e da de d e i da de di d e o da de di do d e u du da de di do du

F e a f e e fa fe f e i fa fe fi f e o fa fe fi fo f e u fu fa fe fi fo fu...

Labels: