Pasta di pane colorata e altre attività con i coloranti alimentari – Three indoor toddler activities with food colouring



Qui, in Germania, ogni tanto il sole si ricorda di far capolino e resta appeso un paio di giorni nel cielo. Poi se ne va, e sembra già autunno in questa estate mai cominciata. Noi cerchiamo di tener altro il morale, godendoci il giardino alla luce di ogni minimo raggio di sole, e provando le nuove tenute da pioggia colorate nei giorni grigi.
Fuori è facile giocare; dentro, ogni tanto c’è bisogno di inventarsi qualcosa di nuovo. Così, complice un po’ Pinterest dove ho visto moltiplicarsi ricette di “pongo” fatto in casa, e complici alcuni blog che seguo, come Mille idee al Nido, ogni tanto mi viene voglia di rischiare e giocare col colore.
Il primo tentativo, ovviamente, non poteva non essere la pasta di pane. Chi mi ha seguita ricorderà il mio insuccesso con il piccolo quando aveva poco più di un anno… ora di anni ne ha quasi due e, anche se ancora ogni tanto la pasta finisce in bocca mentre finge di cucinare, più o meno gli è chiaro che quello è un gioco e non un vero biscotto!


Preparare la pasta di pane è davvero semplice, bastano pochi ingredienti base reperibili in casa (e questa è una gran cosa perché così non devo pianificare in anticipo!). Alla ricetta base di cui ho parlato qui unisco il colorante alimentare o direttamente nell’acqua o sull’impasto mentre lo lavoro. Con il primo metodo il colore viene più uniforme, con il secondo però si sporcano meno contenitori. La pasta di pane può durare anche mesi, basta ricordarsi di metterla in frigo in un contenitore o avvolta nella plastica quando il gioco è finito. Oppure, se il vostro bambino ha creato qualcosa di speciale, potete sempre decidere di lasciarla essiccare e lucidarla…

Since here in Germany it keeps raining these summer, we had to find new indoor toddler activities to not get bored. Coloured salt dough for example, using flour and salt in the same quantities, water, and food coloring - to be added directly in the water, or while kneading. The dough can be kept for months - just leave it in the fridge (in a plastic box or wrapped in plastic foil) when you don't need it. And if the child wants to taste it... there's no danger!


Poi, il colorante è finito ancora una volta nella farina, ma stavolta senza sale. Ci siamo procurati del cartone, dei vecchi depliant e abbiamo fatto un collage usando colla colorata. Bastano acqua e farina! E così facendo ho avuto anche una scusa per ripetere i nomi degli alimenti, gioco importantissimo per chi sta imparando a parlare, soprattutto se triligue come mio figlio.

With food colouring it is also easy to prepare coloured glue: all you need is flour, water and colour. You can spend hours creating a big collage on an old paper box!


Dopo il sale, togliamo anche la farina dalla lista degli ingredienti... e così otteniamo acqua colorata! Visto che in giardino pioveva, ho pensato di usarla in bagno (e a questo proposito vi consiglio anche di dare un’occhiata alla piscina in casa dal Diario di una Creamamma). Siccome il piccolo anche in acqua si diverte a fingere di cucinare, ho conservato tante bottigliette di plastica e le ho riempite con acqua di diverso colore. Purtroppo il colore era un po’ leggero, ma il piccolo soffre di dermatite e non potevo usare troppo colorante. Peccato, perché alla fine il colore dell’acqua è rimasto trasparente! Aspetto un bel giorno di sole per provare il gioco anche in giardino...



   And why not prepare colored water for bathtime? My son loves to pretend to cook, and he was so happy to have new ingredients! Of course, if the sun is shining you can easily play this game also in the garden...


Con questo post partecipo alla raccolta "Giochiamo Insieme?".
  
C'e' Crisi!

Labels: ,