Fairy garden con il cartone delle uova – Fairy Garden with egg carton



Questo post lo dedico a Rita, che ha appena avuto un bambino e che condivide la mia passione per le casette in miniatura…

After the little houses in the egg boxes, here I come again with my egg carton to create my first fairy garden! I illustrated the procedure with some pictures, so it should be quite clear. Between the two cones of the cave-three I placed a toothpick, which doesn’t drill through the house, and which is covered on top by the bottom of a cone – it makes the fairy dwelling more stable. I didn’t do that for the little tree.
I used liquid vinyl glue to attach the pieces, and coloured the paper with watercolours. The little dried tree in the pictures used to be my rosemary.


Dovete sapere che quando sono rientrata, domenica scorsa, ho trovato il rosmarino secco, dopo più di un anno di onorata carriera. Per fortuna non ho avuto per tempo per rimanerci male, perché la forma dei rami e il delizioso muschietto cresciuto intorno alla pianta mi hanno subito suggerito che era il momento di creare il mio primo fairy garden!


Ho pensato subito al cartone delle uova, vuoi perché ne avevo cinque scatole in valigia recuperate da mia suocera (sì, quella che fa le borse con le giacche), vuoi perché i colori che ne ottengo solitamente mi sembravano la soluzione perfetta.


Insomma, in preda all’ispirazione ho completato tra ieri sera e stamattina il mio giardino, e malgrado il sole calante ho scattato qualche foto per mostrarvi come ho fatto l’albero cavo (il secondo albero segue lo stesso principio). Non è affatto difficile e, come sempre, sarei più che felice di poter linkare dei folli seguaci in fondo al post.


Dal cartone verde ho ritagliato due coni e un angolo. Ho arrotondato il bordo inferiore dell’abitazione e fissato con la colla vinilica uno dei coni sul tetto. L’altro l’ho tagliato a strisce fin quasi alla base, l’ho aperto e fissato, punta contro punta, all’altro cono. Le foto spiegano meglio delle mie parole…


Per mantenere meglio in piedi l’albero-grotta ho inserito uno stuzzicadenti tra i due coni; la parte inferiore non buca la capanna, e quella superiore è coperta dall’estremità di un cono.


Poi ho ritagliato tante foglioline da scatole di tre colori e le ho colorate con gli acquerelli. Ho dipinto anche i due alberi. Certo, la pittura non è obbligatoria  e magari se create con i bambini potreste preferire saltare questo passaggio…


In ultimo ho arrotondato delicatamente le foglie con le dita e le ho fissate sull’albero. Ho sistemato le mie piccole creazioni nella piccola conchina di metallo, già convertita a vaso per le spezie da qualche anno a questa parte. Con qualche sasso suggestivo e qualche pietruzza rubata all’ultimo lavoretto, che stavo facendo e non mi convinceva affatto, la composizione è completa!




Purtroppo non ho parti del giardino coperte così, per paura della pioggia, ho sistemato il mio fairy garden in cucina, in compagnia dell’aloe e di una pianta che sto crescendo in acqua. Se qualche fatina fosse interessata, da noi si mangia bene e si gioca tanto – ti aspettiamo!

Se questa creazione vi è piaciuta e vi siete persi le casette nelle scatole delle uova potete trovarle a questo link




Labels: , , , ,