Un piccolo principe – A little prince




Gli uomini hanno delle stelle che non sono le stesse. Per gli uni, quelli che viaggiano, le stelle sono delle guide. Per altri non sono che delle piccole luci. Per altri, che sono dei sapienti, sono dei problemi. Per il mio uomo d’affari erano dell’oro. Ma tutte queste stelle stanno zitte. Tu, tu avrai delle stelle come nessuno ha… […] Quando tu guarderai il cielo, la notte, visto che io abiterò in una di esse, allora sarà per te come se tutte le stelle ridessero. Tu avrai, tu solo, delle stelle che sanno ridere!

Eccomi qui, di ritorno dopo un lungo viaggio, con un piccolo tesoro appeso al collo. Bello, bellissimo, e ancora più bello perché pensato e creato apposta per me...

I received this beautiful gift - created especially for me! - from Rita, the author of Faccio e Disfo. It is a necklace with handpainted figures from a book I truly love, Saint-Exupéry's Little Price.



Può sembrare buffa, tutta questa amicizia virtuale, non è vero? Ma io ve l’ho già detto che, ci crediate o no, questi legami incredibili nascono sul serio. E grazie a Rita, ho capito anche perché. Quante volte l’abbiamo sentito ripetere, che l’essenziale è invisibile agli occhi? Ripetuto talmente tanto che questa frase del Piccolo Principe mi era quasi venuta a noia… Eppure ecco, proprio di questo voglio parlare.

Nella vita di tutti i giorni mi vedreste aggirare con l’aria distratta, e lo stesso vale per i miei capelli, mai in riga. Passerei tre volte dal reparto salumi perché mi sono scordata qualcosa, e forse mi notereste solo per questo. Ognuna alle prese con i suoi bambini e le faccende che ci aspettano, non ci parleremmo se non per scambiarci qualche battuta, e ognuna andrebbe per la sua strada. Rita non saprebbe che mi diverto a trasformare i sassi in tartarughe e ad infilar casine nelle scatole delle uova, e io non la immaginerei mai mentre dipinge mollette del bucato e perde ore a cercare gli oggetti per far ‘vivere’ un libro ai suoi bambini.


È semplice, dopotutto: voi qui non vedete il mio volto, non sapete dove vivo, ma avete tutto quello che conta: l’essenziale. Queste sono le mie mani, i miei pensieri, i miei sogni, e malgrado sembri folle, giuro che non mi sono mai raccontata tanto bene. E succede che il mio pianeta entri in collisione con i pianeti di altre mamme, artigiane, artiste e che dalla frizione nascano delle stelle. Quanta poesia? Eppure è così: noi blogger giochiamo a carte scoperte. …E dopotutto ce lo siamo anche meritate di trovare delle amiche.

E mentre mi rilasso sognante a immaginare la mia prima uscita con il Principe – a San Martino, la notte delle lanterne! – ti mando un grazie sincero, Rita, perché davvero non sai quanti pensieri ho legato a questo libro, e ora ci sei anche tu!

Ah, dimenticavo: il mio piccolo principe non è nato da solo! Una piccola Valentina è volata a Monaco in casa Riciclattoli… se volete vederla, ecco a voi il tenerissimo post di Rita. ...e se proprio siete curiosi di vedere ce faccia ho, io e il mio Principe siamo su Instagram ;)

Labels: ,