Mamma, mi fai una sciarpa? (Due pattern semplici di sicuro successo) – Two easy crocheted patterns for infinity scarfs

 Per anni ho sognato di inviare alle mie amiche lontane, per Natale, delle sciarpe fatte a mano da me, ma non ci sono mai riuscita. Mai fino a quest’anno, quando sono incappata nel tutorial semplicissimo di Two Little Birds, scoperto grazie a Maira di Una Stanza quasi Rosa: una sciarpa scaldacollo realizzata a punto basso con filo e uncinetto grandi, che mi sono divertita a rifare in diverse grandezze e colori per la mia famiglia e i miei amici.

For years I dreamt about sending to my faraway friends, for Christmas, a scarf made by me, but unfortunately I never did. Until this year, when I found the super-simple crocheted infinity scarf of Two Little Birds (thank you Maira!): an easy pattern, to be crocheted with big yarn and big hooks, which grows very fast. I had a lot fun making a lot of them for my family and friends!






Siccome il pattern è piuttosto semplice, ho deciso di utilizzare della lana di colori misti (che non mi piace affatto, per esempio, in un golfino) e di decorarla con piccole spille rimovibili. Ho creato fiori e stelle seguendo i pattern che ho condiviso con voi le scorse settimane: i fiori e le stelle con cui ho decorato le magliette della mia bambina e di cui ho costellato lo zainetto di mio figlio.

Since the pattern is so simple, I decided to use multiple colours yarn (which I really don’t like, for instance, in a pullover) and to decorate it with removable pins. I crocheted flowers and stars with the patterns I share with you in the past weeks: the flowers and the stars I made to decorate my little girl’s t-shirts, and that I put on my son’s starry backpack.





Purtroppo non ho la foto, ma ‘allungando’ questo pattern ho creato anche una sciarpa lunga e stretta per mio marito, e sono rimasta davvero sorpresa del risultato, è bellissima anche così! Ormai ho talmente preso la mano che sono in grado di fare uno scaldacollo in un paio di ore… e il secondo pattern? È il pattern a ‘lampone’ (o ‘bolle’ o ‘pop corn’) che potrete seguire passo passo nel video di Epicaboundance che ho reperito grazie all’inimitabile Pinterest. La lana e l’uncinetto dovranno essere più sottili e ci vorrà più tempo per completare il lavoro, ma il risultato finale è davvero bellissimo e vi consiglio assolutamente di provare.

Unfortunately I don’t have a picture, but using the same ‘alternate’ stitch I also made a scarf for my husband, long and not so wide – I was surprised, it still looked amazing! I made so many of these scarfs that now I need just two-three hours to get a new one… and the second pattern? It’s the raspberry stitch (or ‘bubble’ or ‘pop corn’ stitch) and I learned it thanks to the great video of Epicaboundance, found through the irreplaceable Pinterest. Yarn and hook will be thinner so you’ll need more time to complete your scarf, but the outcome it’s so nice, I really recommend you to try.





Eh già, stavolta i tutorial non sono i miei, ma meritavano di essere condivisi. E poi non ho molto tempo per disegnare visto che sono tornata sui banchi… e a tutti quelli che mi hanno chiesto informazioni la scorsa settimana (sì lo so, sono una disgraziata e vi giuro che risponderò ai commenti!) volevo dire che non ho intrapreso nessun nuovo corso di laurea… solo un corso di tedesco intensivo… sempre massacrante, ma per un periodo di tempo limitato! Grazie a tutti voi che continuate a seguire e commentare, spero proprio che questo post vi sia utile. E se volete vedere cosa bolle in pentola nel mio laboratorio vi consiglio come sempre di tenere d’occhio la pagina facebook di Mammabook

Yes, this time the tutorials are not mine, but they were worth sharing. And actually I don’t have much time to draw, since I have to study a lot in these days… to all of you who asked (yes, I know, I’m terrible, I must answer the comments) I wander to tell you that no, I didn’t start to study again to get a whole new degree, I’m just back at university to follow an intensive course of German – still a lot of work, but for a short time. Thanks to all of you who keep on following my page, I hope you’ll find this post useful. And if you want to follow what’s going on in my laboratory, as always, you’re welcome on Mammabook’s facebook page
  


Labels: , , , , , , , , ,